Risoluzione delle controversie

Le possibili applicazioni in Italia del contratto di finanziamento della lite


L’attenzione al fenomeno del Third Party Funding (TPF) nasce dalla consapevolezza che l’accesso alla giustizia in particolari situazioni è diventato sempre più difficile e che i costi e i tempi del giudizio ordinario spingono sempre più spesso coloro che dovrebbero agire in giudizio, a rinunciarvi per evitare i rischi connessi alle anticipazioni economiche e alla eventuale condanna alle spese.

È necessario chiedersi se, tra gli strumenti privatistici previsti dal nostro ordinamento, possa essere annoverato il Third Party Funding e se quindi il contratto di finanziamento del contenzioso ordinario ed arbitrale possa trovare una adeguata regolamentazione nel nostro sistema ed in caso positivo, quali siano le concrete applicazioni in Italia ed i suoi limiti.

L’idea è quella di parlarne, per un primo approccio conoscitivo, con i professionisti che già operano con il contratto di finanziamento (TPF) e che quindi sono in grado di offrire una panoramica del fenomeno a partire dalla sua definizione fino a giungere alla sua reale portata applicativa nel nostro paese.

La partecipazione è gratuita.
Sono accettate esclusivamente le richieste ricevute telematicamente attraverso l’area riservata Sfera alla quale si potrà accedere dal link presente sulla pagina dell’evento pubblicato sul sito www.fondazioneforensefirenze.it 

Info e programma