Risoluzione delle controversie

Il 6 e l'8 luglio 2021 emozioni pure alla prima edizione Campionati Europei di Subbuteo CAM.
Partite tirate, decise da episodi, equilibrio, cuori oltre gli ostacoli. Leggiamo come è andata nel dettaglio.

Martedì 6 luglio nel girone 1 l'equilibrio è stato spezzato da un gol di Oleg Blochin che ha consentito il passaggio in semifinale per la squadra di Mister Luciano Castelli.
La Francia di Mister Giovanni Minuto e la Germania di Mister Francesco Amatori hanno tessuto trame di gioco articolate, ma senza riuscire ad affondare.
Germania - Francia finita a reti inviolate ha divertito gli spettatori con occasioni da ambo le parti e con salvataggi miracolosi del portiere Ettori; sul fischio finale un errore dei panzer ha determinato l'uscita di scena delle due nazionali che avrebbero voluto giocare un ruolo da protagonista.
Mister Castelli con la sua Russia capitalizza un buon gioco e le tattiche apprese da Lobanovsky hanno portato al risultato; ora ritiro duro sino alle 15 di domani; l'ora della verità è vicina.

Sconsigliato ai deboli di cuore il girone 2 risolto a favore degli azzurri di Mister Davide Magnolia solo grazie alla differenza reti che sorride all'Italia ai danni del Belgio.
Mister Magnolia prova schemi, elude le difese; pareggia una partita importante coi diavoli rossi guidati dal trio Riccardo Giojelli, Fausto Pozzi, Tommaso Giavarini e spazza via una Svezia rinunciataria.
Semifinale e i favori del pronostico. Il Belgio, come spesso accade, si è dimostrato ostico, ma senza il guizzo finale. Mister Luca Tormen con la sua Svezia ha risentito del gran caldo; da rivedere Stromberg e delusione in difesa dove la fisicità dei nordici non è bastata.

Il girone 3 parla spagnolo! Mister Paolo Bertolini trova trame di gioco avvolgenti vincendo entrambe le partite del girone. Parte cauto contro i polacchi di Mister Federico Venturi e conduce una partita sicura contro la giovane Inghilterra della Mister Laura Coriddi al debutto su una panchina importante. Spagna sui taccuini degli osservatori. Dalla Polonia ci si attendeva maggiore scioltezza; Boniek ma sopratutto Lato non hanno inciso come potevano e dovevano fare. Ci sarà molto lavoro per Venturi nel freddo inverno polacco. Mister Coriddi: sorpresa per l'esordio in panchina della giovane allenatrice che doma le individualità in squadra e, seppur con qualche sbavatura difensiva contro le furie rosse, strappa un pareggio di cuore coi polacchi. Mister Coriddi...see you soon.

God Save the Queen? Per la Scozia di Mister Carlo Riccardi nulla di tutto ciò! Nel girone 4 gli scozzesi trovano le congiunture; Jordan, Dalglish e un sorprendente Steve Archibald costruiscono le due vittorie; chiude i conti John Wark.
Un pizzico di delusione per l'Olanda di Mister Nicola Maffioletti. Gli orange, maestri del calcio totale, hanno privilegiato trame orizzontali non riuscendo a trovare verticalizzazioni utili per gli attaccanti; sempre maestri nel palleggio sono mancati i guizzi e qui il Mister dovrà forse spiegare alla stampa e all'opinione pubblica l'esclusione di Gullit.
Il gioco c'è, ma serve maggior cattiveria davanti per ambire in alto.
Altro splendido esordio quello dell'Austria di Mister Massimiliano Arrigo; discorso simile all'Olanda dato che Prohaska, molto lento l'interista, disegnava splendidi passaggi e lanci millimetrici ma paralleli al centrocampo.
Gira voce di una discussione animata negli spogliatoi tra il metronomo austriaco e gli attaccanti Krankl e Polster. Mister Arrigo, carico di pressioni, ha fatto il massimo; era dura con un leader in giornata no.

Si arriva così alle semifinali di giovedì 8 luglio: il panno verde decreta Italia-Scozia e Spagna-Russia.
A spuntarla sono Italia e Spagna che danno vita a una finale molto combattuta, sotto una pioggia battente.
Vince l'Italia 2-1 e siamo i Campioni d'Europa!